NoWayOut BBS

Ho gestito per anni una BBS, dove BBS sta per Bullettin Board System,  sistema telematico amatoriale. Il suo nome era NoWayOut BBS.  È stata aperta dal 1995 al 2002.

All’epoca non avevo molta fantasia, e il nome fu scelto tra quelli che mi propose un amico. Oggi forse sceglierei qualcos’altro.

Ma cos’è una BBS? O meglio cosa era, perché tranne qualche raro caso, che io sappia, le BBS non esistono più. Una BBS era un sistema che ti permetteva di scambiare file e messaggi con altri, un po’ come si fa su Internet adesso, ma collegandoti al numero di un privato che metteva gratuitamente (o meno) a disposizione il proprio computer.

Era qualcosa di fantastico all’epoca, quando Internet non era ancora così diffusa e anzi stava appena iniziando a essere utilizzata in Italia. E poi sono stato utente di BBS quando Internet in Italia non esisteva proprio. E poter comunicare con altri distanti centinaia di chilometri era qualcosa di molto bello e che ti apriva molte possibilità.

In un’epoca in cui i programmi venivano venduti solo nei negozi, poi, poter accedere a file di tutti i tipi, era qualcosa di utilissimo.

Come funzionava

La comunicazione avveniva tramite modem, e da DOS si lanciavia un programma per comandarlo, i programmi più famosi erano Terminate e Telix. Si sceglieva la BBS da chiamare e si lanciava la chiamata. Una volta connessi si poteva accedere a tutte le funzioni messe a disposizione dalla BBS.

Manmod, il manuale del modem di Frank Stajano

Per i dettagli sul funzionamento delle BBS riporto sotto il manuale del modem di Frank Stajano, utile lettura che era ai tempi un must e che spiegava ai neofiti cosa era una BBS e come si faceva a usarle.

Versioni con una migliore formattazione sono disponibili presso l’autore.